Ultime disposizioni urgenti Covid-19

Il DL n. 65 del 18 maggio 2021 (c.d. DL riaperture-bis) introduce ulteriori misure urgenti per la graduale ripresa delle attività socio-economiche sempre nel quadro del contenimento dell’epidemia da Covid-19, modificando alcune disposizioni già previste nel DL n. 52 del 22 aprile 2021 (c.d. DL riaperture).

Il DL n. 52 del 22 aprile 2021 (c.d. DL riaperture) ha introdotto misure urgenti per la graduale ripresa delle attività socio-economiche sempre nel quadro del contenimento dell’epidemia da Covid-19, con un rinvio generale al DPCM 2 marzo 2021, salvo quanto diversamente disposto dal decreto stesso.

Il DL proroga lo stato di emergenza sanitaria al 31 luglio 2021.

Per effetto dell’Ordinanza del Ministro della Salute del 04 giugno 2021, la regione Abruzzo è da considerarsi “zona bianca”, per cui cessano di applicarsi le misure relative alla sospensione o al divieto di esercizio delle attività, alle quali si applicano comunque le misure anti-contagio previste dal DPCM 2 marzo 2021, nonché dai protocolli e dalle linee-guida allo stesso allegati concernenti il settore di riferimento o, in difetto, settori analoghi. Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto, comprese le manifestazioni fieristiche e i congressi nonché le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, e la partecipazione di pubblico agli eventi e alle competizioni sportive.

Per le disposizioni di dettaglio e ogni eventuale approfondimento sulle norme di comportamento in “zona bianca” si rinvia ai Capi I e II (vedere da pagina 3 a pagina 8) del DPCM 2 marzo 2021 e ai relativi allegati, oltreché alle circolari del Ministero dell’Interno del 6 marzo 2021 e del 24 aprile 2021 e alle FAQ del Governo.